BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006
criterio: offerta del prezzo più basso mediante ribasso sull'elenco prezzi posto a base di gara ai sensi dell’art. 82, comma 2, lett. a), decreto legislativo n. 163 del 2006

SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE DI NOVI LIGURE E TORTONA
C.I.G. N. 5955002F18

Termine ultimo per il ricevimento delle offerte: 28.11.2014 – ore 17,00  |  Modalità di apertura delle offerte: 01.12.2014 – ore 9,00


scarica la documentazione completa, compressa in formato zip
oppure scarica i singoli documenti dalla tabella sottostante


 

Documentazione amministrativa Documentazione tecnica

Bando di Gara
Disciplinare di Gara
Dichiarazione ausiliaria
Dichiarazione b c
Dichiarazione concorrente
Dichiarazione Consorziato
Modello offerta

Allegato A1 Computo
AllegatoA2 Elenco Prezzi
Allegato B Caratteristiche cavo per imballaggio materiali
Allegato C
Allegato D
Allegato E
Allegato F
DUVRI
Piattaforme Capitolato Speciale 2014

 

Novi Ligure, 17 Ottobre 2014

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Andrea Firpo


QUESITI SUL BANDO E LA DOCUMENTAZIONE DI GARA

Quesito n. 1
In riferimento al punto 2.3 lettera a) del disciplinare di gara - parte prima, si chiede la data precisa a cui di riferisce il triennio antecedente, nonché la data di pubblicazione del bando di gara.

Risposta n. 1
1) Il bando è stato pubblicato in data 16/10/2014 sulla GUCE ed il 17/10/2014 sulla GURI.
2) Ai sensi dell'art. 66 comma 8 del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e viste, tra le altre, le sentenze TAR Puglia Bari sez. I 18/2/2014 n. 260, TAR Veneto sez. I 2/12/2011 n. 1791 e TAR Piemonte Torino sez. II 4/11/2008 n. 2757, "gli effetti giuridici che l'ordinamento connette alla pubblicità in ambito nazionale decorrono dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana", pertanto il triennio antecedente è riferito al 17/10/2014.


Quesito n. 2
In riferimento al punto 1.1 comma 2) del Capitolato: gli imballaggi in plastica, misti ad imballaggi ferrosi, come devono essere separati? manualmente?, è presente un deferrizzatore e un nastro a corrente indotta? quali sono i quantitativi previsti? è possibile avere un'analisi merceologica?

Risposta n. 2
La linea di lavorazione della raccolta multimateriale è dotata di deferizzatori e separatori a correnti indotte. I quantitativi previsti sono riportati nell'allegato A.1 del Capitolato. La composizione merceologica della raccolta multi materiale è piuttosto variabile in base al comune di provenienza, a titolo meramente esemplificativo si riporta il risultato di una recente analisi merceologica (da non considerare come valore medio): CPL 34%, traccianti 17,8%, imballaggi vari 8,6%, cassette Conip 3,6%, lattine alluminio 1,6%, lattine ferro 5%, f.e. 29,4%.


Quesito n. 3
Per il legno: qual è il quantitativo del carico utile minimo stabilito dall'impianto di destino? che tipologia di mezzi verranno predisposti per il trasporto?

Risposta n. 3
Il carico utile minimo è di kg 16.000. Il trasporto è effettuato mediante cassoni scarrabili forniti dall'impianto di recupero.


Quesito n. 4
Per il vetro, cosa si intende per frazione estranea macroscopica?, che tipologia di scarto è presente, e qual è la % di scarto medio?

Risposta n. 4
Per frazione estranea macroscopica si intendono, ad esempio, sacchetti contenenti altre tipologie di rifiuti, rifiuti rimovibili con l'uso del polipo caricatore, grossi specchi o simili. La percentuale di scarto medio è trascurabile, considerato che la maggior parte della raccolta viene effettuata con campane con foro di dimensioni calibrate.


Quesito n. 5
È possibile avere dei dati relativi alle % di scarto dei rifiuti da trattare oltre a quelli dell'allegato F?

Risposta n. 5
L'allegato A.1 riporta il sovvallo complessivo a Novi e Tortona, da cui si ricava facilmente la percentuale di scarto medio, conoscendo il flusso totale in ingresso. Va considerato che, salvo marginali eccezioni, carta, multi materiale e vetro sono raccolti con cassonetti stradali.


Quesito n. 6
punto 1.1 comma 4): com'è impostato il lay out?
È possibile avere maggiori informazioni sul lay out della selezione/lavorazione?

Risposta n. 6
Il concorrente deve obbligatoriamente dichiarare, tra l'altro di essersi recato sul luogo di esecuzione dei servizi, di avere preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilità di accesso nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di influire sulla determinazione dei prezzi, prendendo visione diretta, quindi, del layout degli impianti ed anche della attuali modalità di lavorazione.


Quesito n. 7
Relativamente all'accettazione del materiale, chi si dovrà occupare di verificare la conformità?
Sarà presente un Vs/ tecnico?

Risposta n. 7
Al momento del conferimento sarà sempre presente un rappresentante di SRT a cui spetterà in maniera esclusiva la verifica del rifiuto conferito.


Quesito n. 8
Rif. 1.2 del capitolato, comma 2) in caso di presenza di pneumatici con cerchione, qual è la prassi?

Risposta n. 8
Non è prevista la rimozione del cerchione, ma la sola separazione dei flussi "con" e "senza" cerchione.


Quesito n. 9
Rif 1.3): quali sono le % qualitative dei materiali in uscita?

Risposta n. 9
Le percentuali sono quelle stabilite dall'accordo ANCI CONAI 2014-2019 e dei relativi allegati tecnici scaricabili all'indirizzo http://www.conai.org/hpm00.asp alle condizioni riportate nel Capitolato Speciale d'Appalto.


Quesito n. 10
Rif. 1.3) è possibile avere il lay out dell'impianto di selezione della plastica? è presente uno strappasacchi e un vaglio?

Risposta n. 10
Non è presente un aprisacchi. E presente un vaglio vibrante per la rimozione della frazione fine. Non è disponibile un elaborato relativo al layout, che può essere verificato all'atto del sopralluogo obbligatorio.


Quesito n. 11
In caso si riduca la frazione estranea nella lavorazione della plastica e scenda sotto il 14% verranno rivalutati anche i compensi alla ditta appaltatrice?

Risposta n. 11
No, i compensi sono quelli stabiliti nell'elenco prezzi.


Quesito n. 12
Relativamente alla manutenzione delle attrezzature fornite dalla Stazione Appaltante, verranno consegnati i manuali di uso e manutenzione? è possibile fare verificare le attrezzature prima dell'utilizzo? come sarà possibile individuare un guasto se dovuto ad usura o ad una non corretta manutenzione?

Risposta n. 12
All'appaltatore verranno fornite la documentazione e le informazioni necessarie al corretto espletamento del servizio. La manutenzione ordinaria a carico dell'appaltatore è esclusivamente quella riportata a pag. 8 del Capitolato, che deve essere comprovata mediante la redazione di un apposito registro. Si fa presente che è garantita la presenza continuativa di personale tecnico della stazione appaltante, per cui il corretto espletamento di ogni attività sarà costantemente verificato in contraddittorio.


Quesito n. 13
Rif 2.2 del capitolato: è possibile sapere il carico medio, e i km da percorrere per il trasporto del CER 19.12.12, stessa cosa per tutti i CER che verranno trasportati dalla ditta Appaltatrice, cosiderando l'unità di carico prevista.

Risposta n. 13
Nel sito di Novi Ligure la piattaforma di valorizzazione e la discarica sono all'interno dello stesso impianto, mentre a Tortona il CER 191212 deve essere trasportato ad una distanza di circa 3 km. Complessivamente il quantitativo medio annuo di sovvallo (CER 191212) è stimabile in circa t 2.500 a Novi Ligure e t 4.000 a Tortona, da trasportare mediante cassoni scarrabili, con carico medio circa t 3,4 a Novi Ligure e t 4,7 a Tortona. Le condizioni di trasporto degli altri materiali sono definite a pag. 9 e 10 del Capitolato e sono vincolate dal rispetto degli orari di disponibilità e dal raggio di azione stabiliti nel Capitolato.


Quesito n. 14
ALLEGATO E: il C.C.N.L da applicare è quello richiesto dall'allegato, o è possibile applicare quello di ditte cooperative sociali?

Risposta n. 14
Si riporta quanto stabilito a pagg. 23 e 24 del Capitolato Speciale d'appalto: "L’impresa appaltatrice si obbliga ad applicare ai propri dipendenti occupati nell'attività oggetto del presente capitolato le condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai C.C.N.L. (ed eventuali accordi provinciali e locali) per i lavoratori del settore imprese di pulizia e servizi integrati/multiservizi vigenti, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni. Il suddetto obbligo vincola l’impresa appaltatrice, anche se non sia aderente alle associazioni di categoria firmatarie o receda da esse ed indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura e dalle dimensioni dell’impresa e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica o sindacale. L’impresa appaltatrice avente configurazione giuridico-sociale di cooperativa deve applicare ai soci impiegati nell'appalto condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai C.C.N.L. (ed eventuali accordi provinciali e locali) per i lavoratori del settore imprese di pulizia e servizi integrati/multiservizi".


Quesito n. 15
Relativamente alla Capacità tecnica e professionale, possono rientrare i servizi svolti come impianto di recupero?

Risposta n. 15
Premesso che ogni valutazione in merito è a carico della Commissione di Gara sulla base della documentazione presentata dal concorrente, si ritiene che la definizione di "servizi svolti come impianto di recupero" sia estremamente ampia e possa comprendere tipologie impiantistiche o effettuazione di servizi molto diversi dal servizio in oggetto, richiedendo quindi informazioni maggiormente dettagliate ed idonee a valutare l'analogia dei servizi effettuati con quelli oggetto della gara.


Quesito n. 16
Relativamente alla Capacità tecnica e professionale, è possibile utilizzare macchinari a noleggio?

Risposta n. 16
Sì è possibile. Vista la sentenza del Consiglio di Stato sez. V 8/9/2011 n. 5040 è però necessario "che nel corso della procedura si dimostri che essi saranno disponibili al momento dell'assunzione e dell'esecuzione degli impegni negoziali".


Quesito n. 17
Con riferimento al punto VI.3) Informazioni complementari, par. j), vorremmo sapere se è necessario, in questa fase di gara, inserire nella banca dati dell’AVCP – PASSOE, i documenti finalizzati alla verifica dei requisiti, oppure se tale adempimento riguarda la fase successiva all’aggiudicazione.

Risposta n. 17
Per la partecipazione alla gara è necessaria la sola indicazione del PASSOE. I documenti finalizzati alla verifica dei requisiti dovranno essere inseriti dalle imprese sorteggiate per la verifica a campione ai sensi dell’articolo 48, comma 1, del decreto legislativo n. 163 del 2006 e, successivamente, dall’impresa aggiudicataria.


Quesito n. 18
In riferimento al Cap. 2.2 del capitolato speciale, si richiede di precisare le classi delle cat. 1-4 Albo Gestori Ambientali, che deve avere il Trasportatore

Risposta n. 18
Considerato che il bacino di utenza di SRT è di circa 213.000 abitanti e che la quantità annua complessivamente trattata nelle piattaforme di valorizzazione è di circa 50.000 t/anno si ritiene che le “classi idonee all’effettuazione del servizio” siano la almeno la B per la categoria 1 e almeno la C per la categoria 4.


Quesito n. 19
In riferimento all’Art, 2112 del Codice Civile, mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda, si richiede se il personale attualmente in forze e che sarà trasferito in caso di aggiudicazione, è quello dell’ALL. E del capitolato Speciale ad esclusione dei 4 autisti con patente sup alla C; si richiede altresì la situazione della formazione del suddetto personale in base alla legge 81/2010 Sicurezza sul lavoro.

Risposta n. 19
L’art. 18 del Capitolato Speciale d’Appalto non opera alcuna distinzione tra il personale impiegato nella prestazione principale e quello impiegato nelle prestazioni secondarie.
In base a quanto accertato dalla Stazione Appaltante il personale attualmente in organico è dotato della formazione minima obbligatoria per le rispettive mansioni. In proposito si richiama l’art. 6 comma 8 del CCNL vigente: “[…] l’impresa cessante […] consegna all’impresa subentrante […] anche [la documentazione] concernente le iniziative di formazione e/o addestramento, ivi comprese quelle relative agli eventuali contratti di apprendistato professionalizzante e/o di inserimento stipulati nonché quelle eventuali riguardanti il Libretto formativo del cittadino – di cui all’art. 2, lett. i) del D.Lgs. 10.9.2003, n. 276, e al Decreto Ministero Lavoro 10.10.2005”.


Quesito n. 20
In riferimento al requisito per la prestazione secondaria 1, si richiede di specificare se tale requisito è valido sia per il trasporto in conto proprio che in conto terzi

Risposta n. 20
Si ritiene che sia il trasporto di rifiuti in conto proprio che in conto terzi possano essere considerati “servizi analoghi” a quelli oggetto della Prestazione secondaria 1, ferma restando la necessità del requisito di iscrizione all’Albo Gestori


Quesito n. 21
In caso di RTI la cauzione provvisoria, dovrà essere firmata da tutte le Aziende o è sufficiente la firma della mandataria/capogruppo?

Risposta n. 21
Il Disciplinare di Gara, al capo 2 punto b.2 della Parte Prima, prevede, in merito alla cauzione provvisoria, che “in caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario non ancora formalmente costituito la fideiussione deve essere intestata a tutti i soggetti che intendono raggrupparsi o consorziarsi”. Nelle cause di esclusione, al punto b.3, si prevede che siano esclusi i concorrenti “che hanno presentato una cauzione provvisoria in misura insufficiente, intestata ad altro soggetto, con scadenza anticipata rispetto a quanto previsto dagli atti di gara, carente di una delle clausole prescritte dalla legge o dagli atti di gara, oppure, in caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario non ancora costituiti formalmente, rilasciata senza l’indicazione di tutti gli operatori economici raggruppati o consorziati”. A tale proposito si veda anche la sentenza del Consiglio di Stato sez. III 20/3/2014 n. 1364.


Quesito n. 22
In caso di avvalimento dei requisiti di cui al punto III.2.3) Lettera a) del bando di gara, la ditta partecipante come deve compilare la dichiarazione di cui al punto 6 a e 6 b dell’ All.A?

Risposta n. 22
Ciascun soggetto (concorrente, singolo, mandante, mandataria, ecc…) deve compilare le tabelle di cui ai punti 6 a e 6 b dell’allegato A con i requisiti della propria impresa. Nel caso in cui si avvalga di un’impresa ausiliaria, dovrà dichiararlo opportunamente al punto 11 dello stesso allegato e l’impresa ausiliaria dovrà coerentemente compilare l’allegato D.


Quesito n. 23
In riferimento alla dichiarazione di cui al punto 9b e 9c, la percentuale, nonché l’importo da indicare, dovrà essere riferito all’importo posto a base di gara, o tenere conto già del ribasso applicato?

Risposta n. 23
È riferito all’importo a base di gara.


Quesito n. 24
Eventuali società ausiliarie, dovranno compilare anch’esse l’All. A o solo All. D?

Risposta n. 24
L’impresa ausiliaria deve compilare solamente l’Allegato D ed eventualmente l’Allegato B.1 o B.2 se ricorre il caso.


Quesito n. 25
In riferimento al DUVRI allegato, nonché agli allegati presenti, tale documentazione va compilata firmata ed inserita nella documentazione Amministrativa, oppure solo in caso di aggiudicazione dell’appalto?

Risposta n. 25
Non è necessario compilare ed allegare il DUVRI alla documentazione di partecipazione alla gara, ma solamente prenderne visione come parte integrante della documentazione progettuale.


Quesito n. 26
In merito al seguente requisito necessario per la partecipazione alla gara in oggetto:

2.3. Requisiti di ordine speciale: capacità tecnica, punto III.2.3), del bando di gara. a) aver prestato, negli ultimi tre anni, servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto per un importo pari a due volte ciascuna l’importo annuo della prestazione principale: movimentazione, (selezione e lavorazione dei rifiuti) e di quelle secondarie (Prestazione secondaria 1: trasporti di rifiuti interni ed esterni, Prestazione secondaria 2: pulizia ambienti, uffici e spogliatoi), ad esclusione dei servizi in economia, di cui al punto II.2.1 del bando di gara),

se relativamente alla suddetta prestazione principale possono essere considerati analoghi in termini di fatturato e di attività richiesti, i servizi di igiene urbana che ricomprendano la gestione dei Centri di Raccolta e delle Isole Ecologiche.

Risposta n. 26
In analogia con la risposta al quesito n. 15, premesso che ogni valutazione in merito è a carico della Commissione di Gara sulla base della documentazione presentata dal concorrente, si ritiene che la definizione prospettata sia estremamente ampia e possa comprendere effettuazione di servizi sostanzialmente diversi da quello in oggetto, richiedendo quindi informazioni maggiormente dettagliate ed idonee a valutare l'analogia dei servizi effettuati con quelli oggetto della gara.


Quesito n. 27
In riferimento alla Sez. III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste la compagnia assicuratrice chiede se l'emissione sia richiesta con firma in originale oppure se può andare bene con firma digitale.

Risposta n. 27
Si ritiene che la firma digitale sia equivalente, ma in tal caso è necessario allegare il file originale firmato digitalmente, per consentire la verifica della validità della firma digitale.


Quesito n. 28
Il punto 2.3 - "Requisiti di ordine speciale" del Disciplinare di gara alla lettera a) chiede al concorrente di "aver prestato, negli ultimi tre anni, servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto per un importo pari a due volte ciascuna l’importo annuo della prestazione principale e di quelle secondarie, ad esclusione dei servizi in economia, di cui al punto II.2.1 del bando di gara come di seguito specificato:

Prestazione Requisito
Prestazione principale: movimentazione, selezione e lavorazione dei rifiuti € 2.549.250,22
Prestazione secondaria 1: trasporti di rifiuti interni ed esterni € 492.200,00
Prestazione secondaria 2: pulizia ambienti, uffici e spogliatoi € 45.100,00

Alla luce di quanto sopraesposto vorremmo gentilmente sapere se per “servizi analoghi” si possano considerare, per la prestazione principale, anche i servizi di trasporto rifiuti comprensivi di recupero/smaltimento presso il proprio impianto e per la prestazione secondaria 1 i servizi di trasporto rifiuti comprensivi di recupero/smaltimento.

Risposta n. 28
In analogia con le risposte ai quesiti n. 15 e n. 26, premesso che ogni valutazione in merito è a carico della Commissione di Gara sulla base della documentazione presentata dal concorrente, si ritiene che la definizione prospettata sia estremamente ampia e possa comprendere effettuazione di servizi sostanzialmente diversi da quello in oggetto, richiedendo quindi informazioni maggiormente dettagliate ed idonee a valutare l'analogia dei servizi effettuati con quelli oggetto della gara. Si ritiene in particolare che debba essere scorporata, per il requisito relativo alla prestazione principale, la parte relativa ai trasporti e viceversa per quello relativo alla prestazione secondaria 1 quello relativo al recupero/smaltimento.


Quesito n. 29
Il punto 2.3 - "Requisiti di ordine speciale" del Disciplinare di gara alla lettera c) chiede al concorrente di “avere la disponibilità di adeguato materiale e di attrezzatura tecnica, in misura non inferiore a quanto indicato all’art. 13 del Capitolato speciale, alla rubrica “materiale ed attrezzatura”. Vorremmo gentilmente sapere se il materiale e l’attrezzatura tecnica riguardi quella elencata all’art. 13 ad esclusione dei container scarrabili da Voi messi a disposizione in comodato d’uso e se tale attrezzatura debba essere in disponibilità al momento della partecipazione alla gara ma possa essere sostituita con altra attrezzatura (in proprietà o in locazione finanziaria o in noleggio) in caso di aggiudicazione del servizio.

Risposta n. 29
Sì, l’attrezzatura minima di cui il concorrente deve dimostrare la disponibilità è quella elencata all’art. 13 del capitolato speciale d’appalto, ad esclusione dei container scarrabili messi a disposizione dalla stazione appaltante. In merito alla disponibilità delle attrezzature, vista la sentenza del Consiglio di Stato sez. V 8/9/2011 n. 5040 è necessario, e sufficiente, "che nel corso della procedura si dimostri che essi saranno disponibili al momento dell'assunzione e dell'esecuzione degli impegni negoziali”.


Quesito n. 30
Il punto 2.3 - "Requisiti di ordine speciale" del Disciplinare di gara alla lettera c) chiede al concorrente di “avere la disponibilità di adeguato materiale e di attrezzatura tecnica, in misura non inferiore a quanto indicato all’art. 13 del Capitolato speciale, alla rubrica “materiale ed attrezzatura”.

Vorremmo gentilmente sapere se il materiale e l’attrezzatura tecnica riguardi quella elencata all’art. 13 ad esclusione dei container scarrabili da Voi messi a disposizione in comodato d’uso e se tale attrezzatura debba essere in disponibilità al momento della partecipazione alla gara ma possa essere sostituita con altra attrezzatura (in proprietà o in locazione finanziaria o in noleggio) in caso di aggiudicazione del servizio.

Risposta n. 30
Sì, l’attrezzatura minima di cui il concorrente deve dimostrare la disponibilità è quella elencata all’art. 13 del capitolato speciale d’appalto, ad esclusione dei container scarrabili messi a disposizione dalla stazione appaltante. In merito alla disponibilità delle attrezzature, vista la sentenza del Consiglio di Stato sez. V 8/9/2011 n. 5040 è necessario, e sufficiente, "che nel corso della procedura si dimostri che essi saranno disponibili al momento dell'assunzione e dell'esecuzione degli impegni negoziali”.


Quesito n. 31
L’art. 18 “Norme relative al personale” del Capitolato Speciale riporta “L’appaltatore deve applicare l’art. 4 del suddetto C.C.N.L. in materia di assunzione degli addetti esistenti in organico, in coerenza con quanto sancito dalle sentenze del Consiglio di Stato sez. IV 2/12/2013 n. 5725 e Sez. V, 16/06/2009, n. 3848”. Vorremmo gentilmente sapere se il numero minimo di operatori che debbano obbligatoriamente essere assunti in caso di aggiudicazione della gara in oggetto sia pari a 15 per il servizio principale, 4 per il servizio secondario trasporti e 2 per il servizio secondario pulizia ambienti; contestualmente vorremmo conoscere, se possibile, l’orario settimanale di ciascun operatore.

Risposta n. 31
In base a quanto comunicato dall’attuale appaltatore, ai sensi dell’art. 4 comma 2 del “CCNL per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multiservizi” gli addetti “esistenti in organico sull’appalto (…) almeno 4 mesi prima della cessazione” sono 26 per il servizio principale ed il servizio secondario 2 e 4 per il servizio secondario 1, oltre ad un responsabile del servizio per conto dell’appaltatore con contratto di consulenza. Su tale base è stato stimato il numero minimo di operatori previsto per l’effettuazione del servizio di cui all’allegato E al Capitolato speciale d’appalto. L’orario di lavoro è quello stabilito nell’art. 6 del Capitolato Speciale d’Appalto.


SRT spa Società Pubblica per il Recupero e il Trattamento dei Rifiuti
Strada Vecchia per Bosco Marengo | 15067 - Novi Ligure (AL) | Telefono +39.0143.744516 | Telefax +39.0143.321556
Codice Fiscale/Partita IVA/Reg. Imprese Alessandria n.: 02021740069 | R.E.A. Alessandria n. 219668 | Capitale Sociale: € 8.498.040,00 interamente versato
posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.

Back To Top