BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006
criterio: offerta del prezzo più basso mediante offerta a prezzi unitari

CIG N. 4286423428

SERVIZIO DI PRELIEVO, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI E SPECIALI COSTITUITI DA SCARTI DI POTATURA E MANUTENZIONE DEL VERDE, DEPOSITATI PRESSO I SITI DI SRT S.P.A.

Termine presentazione offerta:
03.07.2012 – ore 12,30

Gara:
04.07.2012 – ore 9,00

 


scarica la documentazione completa
oppure i singoli documenti dalla tabella sottostante


Documentazione amministrativa Documentazione tecnica
Bando di Gara
Disciplinare di Gara
Dichiarazione ausiliaria
Dichiarazione b c
Dichiarazione concorrente
Dichiarazione Consorziato
Dichiarazione m ter
Modello offerta
Autorizzazione al subappalto
Capitolato speciale
DUVRI

 

Novi Ligure, 15 Giugno 2012

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Andrea Firpo


QUESITI SUL BANDO E LA DOCUMENTAZIONE DI GARA

Quesito n. 1 Nel capitolato speciale di gara all’art. 7), “Durata e importo presunto dell’Appalto”, per quanto riguarda l’offerta che deve essere effettuata sia per il trattamento e recupero, sia per il trasporto dal sito di Novi Ligure e dal sito di Tortona, si chiede se sia possibile formulare un’offerta con indicazione per il servizio di trasporto pari a €/ton maggiore rispetto alle 8,00 €/ton della base d’asta prevista nell’art. 7), ma con importo complessivamente offerto inferiore alle €/ton 44,00 previsto dal bando di gara stesso.
Risposta n. 1 Il Disciplinare di Gara prevede, al punto 5, lettera c), della parte prima, che "sono escluse, dopo l’apertura della busta interna contenente l’offerta economica, le offerte (...) che rechino l’indicazione di offerta pari all’importo a base d’appalto, senza ribasso o in aumento (...)".
Si ritiene, quindi, possibile formulare un'offerta in cui uno dei due prezzi sia superiore a quello previsto a progetto, a condizione che l'offerta complessiva sia inferiore all'importo a base d'appalto.

Quesito n. 2 La ditta XXX possiede un’autorizzazione per il trattamento dei rifiuti oggetto del bando, ma non dispone di un impianto per il compostaggio dei rifiuti organici come richiesto al punto III.2.3.) lettera a e lettera d. Può però la ditta XXX concorrere al bando utilizzando la facoltà dell’avvalimento con un’azienda in possesso del requisito previsto al punto III.2.3.) lettera a e lettera d?
Se si, è possibile anche effettuare il trattamento di tipo volumetrico e poi conferire il rifiuto all'azienda di cui si avvale la ditta XXX?
Risposta n. 2 Il Disciplinare di Gara prevede, al punto 4 b) della parte prima, la possibilità di ricorrere all'avvalimento per i requisiti di capacità economica finanziaria e capacità tecnica di cui ai punti III.2.2) e III.2.3) del bando di gara, ad eccezione requisito del possesso di certificazione del sistema di gestione ambientale, di cui al punto III.2.3.), lettera e).
Pertanto è possibile ricorrere ad una ditta ausiliaria per i requisiti di cui al punto III.2.3 lettere a) e d) del bando di gara. È possibile, inoltre, effettuare operazioni di riduzione volumetrica per ottimizzare i costi di trasporto, a condizione che ciò avvenga in impianto dotato di idonea autorizzazione, e che la destinazione finale del rifiuto sia congruente con quanto richiesto da bando di gara.

Quesito n. 3 La ditta XXX, possiede un’autorizzazione per il trattamento dei rifiuti oggetto del bando. In caso di partecipazione della scrivente in un’associazione temporanea d’impresa di tipo verticale, dove la scrivente ricoprirebbe il ruolo della mandante e dove un’azienda avente il requisito del compostaggio organico ricoprirebbe il ruolo della mandataria, la scrivente potrebbe effettuare le operazioni di prelievo, trasporto riduzione volumetrica del rifiuto e successivo conferimento dello stesso all’azienda mandataria?
Risposta n. 3 In linea di principio non paiono esserci elementi ostativi, fatto salvo l'obbligo che "l'a.t.i. offerente deve indicare sia le quote di partecipazione all'a.t.i. di ciascun componente, sia le quote di esecuzione dell'appalto e vi deve essere corrispondenza tra quota di partecipazione e quota di esecuzione. Tale obbligo di duplice indicazione è espressione di un principio generale che prescinde dall'assoggettamento della gara alla disciplina comunitaria e non consente distinzioni legate alla morfologia del raggruppamento (verticale o orizzontale), o alla tipologia delle prestazioni (principali o secondarie, scorporabili o unitarie)" come, tra le altre, da sentenza del Consiglio di Stato sez. V 8/11/2011 n. 5892.

Quesito n. 4 Punto III.2.2 del bando: cosa si intende per compostaggio rifiuti organici?
Nello specifico può essere accettata la destinazione R13 e successivo trattamento in R3?
Risposta n. 4 In considerazione della finalità del servizio, volto all'avvio a recupero dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata della "frazione verde" in applicazione del punto 7 dell'Allegato A della D.G.R. del Piemonte del 10 luglio 2000, n. 43 - 435 che prevede che, nel calcolo della percentuale di raccolta differenziata, che "i rifiuti della frazione verde compostabili sono da conteggiare se destinati al recupero di materia", si ritiene che possa essere congruente con le finalità del bando qualsiasi operazione di recupero di materia R3 di cui all'allegato C della Parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.
La destinazione R13, è consentita solo se seguita da R3.
È da escludere, pertanto, la destinazione a recupero energetico.

Quesito n. 5 Punto III.2.1 del bando: come va resa la dichiarazione di cui al punto 2?
Risposta n. 5 La dichiarazione relativa alla "assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, del d.lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i." va resa preferibilmente utilizzando i modelli di dichiarazione predisposti dalla stazione appaltante, disponibili sul sito di SRT S.p.A. (Dichiarazione concorrente, Dichiarazione b c, Dichiarazione m ter, Dichiarazione ausiliaria, Dichiarazione consorziato, a seconda dei casi) Si rammenta che le dichiarazioni rese ai sensi dell’articolo 47 del d.P.R. n. 445 del 2000, in carta libera, se prive di sottoscrizione autenticata devono essere corredate di fotocopia semplice di un documento di riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità.

Quesito n. 6 Il termine per la presentazione delle offerte riportato sul Bando di Gara è il 3 luglio 2012 alle ore 12.30, mentre sul sito di SRT è indicato il 2 luglio alle ore 12.30. Qual il termine ultimo da considerare?
Risposta n. 6 Il termine corretto è quello riportato nel bando di gara, ossia il 3 luglio alle ore 12.30 con apertura delle offerte il 4 luglio alle ore 9.

Quesito n. 7
Con riferimento al quesito n. 2 e alla relativa risposta, la ditta oggetto del quesito, che, quindi, concorrerebbe alla gara in avvalimento con un’azienda in possesso del requisito di cui al punto III.2.3 lettere a) e d), potrebbe partecipare anche se negli ultimi tre anni non ha prestato servizi di riduzione volumetrica?
Risposta n. 7 Il bando di gara non richiede, tra i requisiti di capacità tecnica l'aver prestato servizi "di riduzione volumetrica", in quanto tale operazione non è richiesta dal capitolato.
A tale proposito, si veda anche la precisazione in merito contenuta nella risposta al quesito n. 4.

Quesito n. 8 Punto II.2.1) indica come importo a base di gara € 198.225,00
Chiediamo un chiarimento sul punto 5 del modulo da voi predisposto "domanda di partecipazione e dichiarazioni per l'ammissione alla gara d'appalto" dove il concorrente dichiara l'intenzione di subappalto è da voi indicato l'importo di €105.720,00 su cui calcolare la percentuale mx. del 30%.
A ns.parere in difformità da quanto privesto dal codice degli appalti che prevede che tale percentuale venga calcolata sulla base d'asta e quindi su € 198.225,00.
Punto III.2.3) Capacità tecnica:
Chiediamo inoltre se corretto indicare come requisito minimo ( fatturato servizi oggetto dell'appalto ultimi tre anni) un importo inferiore alla base d'asta.
Risposta n. 8 L'importo indicato al punto 5 del modulo predisposto dalla stazione appaltante si riferisce all'importo del servizio relativo alla durata contrattuale certa, ossia 3 mesi, al netto dell'eventuale proroga. Ovviamente, nel caso in cui la stazione appaltante si avvalesse della facoltà di proroga, l'aggiudicatario sarebbe legittimato a chiedere l'autorizzazione al subappalto dei servizi indicati in sede di gara in misura proporzionale anche per i servizi prorogati.
Per quanto concerne la capacità tecnica, il punto III.2.3) alla lettera a) prevede, come requisito minimo "che il concorrente ha prestato, negli ultimi tre anni, servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto (compostaggio rifiuti organici) per un importo non inferiore a € 105.720,00", senza alcuna diversa possibilità di interpretazione, non essendoci alcun diverso riferimento se non l'importo di € 105.720,00.

Quesito n. 9 In fase di svolgimento del servizio, la Ditta aggiudicataria o mandataria, ha la facoltà di inserire un ulteriore trasportatore in subappalto, fermo restando che la stessa, in fase di predisposizione della documentazione di gara, abbia dichiarato l’intenzione di subappaltare parte del servizio di trasporto?
Risposta n. 9 L'appaltatore, nella fase di esecuzione del contratto, può richiedere l'autorizzazione al subappalto limitatamente ai servizi o parti di servizi indicati in sede di gara mediante la dichiarazione, ai sensi dell’articolo 118, comma 2, del decreto legislativo n. 163 del 2006.
È possibile, pertanto, richiedere l'autorizzazione al subappalto, anche nei confronti di più di un operatore, entro i limiti della dichiarazione sopra citata.

Quesito n. 10 Nella domanda di partecipazione e dichiarazione per l'ammissione alla gara d'appalto nel punto m bis): "m-bis)soggetti nei cui confronti, ai sensi dell'articolo 40, comma 9-quater, risulta l'iscrizione nel casellario informatico di cui all'articolo 7, comma 10, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio dell'attestazione SOA;" Vi chiediamo se è da ritenersi un refuso e pertanto da non dichiarare?
Risposta n. 10 L'Art. 38 del Requisiti di ordine generale del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 recita: "Sono esclusi dalla partecipazione alle procedure di affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi, né possono essere affidatari di subappalti, e non possono stipulare i relativi contratti i soggetti: (...) m-bis) nei cui confronti, ai sensi dell'articolo 40, comma 9-quater, risulta l'iscrizione nel casellario informatico di cui all'articolo 7, comma 10, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio dell'attestazione SOA;".
La norma, pertanto, impone tale requisito anche per gli appalti di servizi, per cui i concorrenti sono obbligati ad effettuare la relativa dichiarazione.

Quesito n. 11 Nella domanda di partecipazione e dichiarazione per l’ammissione alla gara d’appalto nel punto 6b): ai sensi e per gli effetti dell'articolo 37, commi 2, 4, 8 e 13, del decreto legislativo n. 163 del 2006:
b) che la ditta / impresa, nell’ambito del raggruppamento temporaneo / consorzio ordinario, eseguirà i seguenti servizi: (indicare tipo e importo da eseguire). Vi chiediamo se è corretto indicare il tipo di servizio es. prelievo e trasporto come previsto in sede di offerta, senza indicare l’importo, diversamente sarebbe possibile risalire all’offerta effettuata.
Pertanto possiamo indicare la seguente dicitura: prelievo e trasporto come da importo previsto in sede di offerta?
Risposta n. 11 L'importo indicato si riferisce al prezzo a base di gara pertanto, nel caso ad esempio che la ditta mandante intenda eseguire interamente le operazioni di trasporto, comprensivi di tutti gli oneri per la sicurezza, l'importo da eseguire sarà pari a 8 €/t (prezzo a base d'asta per il trasporto) x 2.400 t (quantitativo relativo ai 3 mesi di contratto, proroga facoltativa esclusa, come da art. 7 del capitolato) = 19.200 € + 120 € (oneri per la sicurezza) mentre la quota della mandante, nel caso che effettui la parte restante del servizio, sarebbe 36 €/t x 2.400 t = 86.400 €.
È possibile, pertanto, richiedere l'autorizzazione al subappalto, anche nei confronti di più di un operatore, entro i limiti della dichiarazione sopra citata.

SRT spa Società Pubblica per il Recupero e il Trattamento dei Rifiuti
Strada Vecchia per Bosco Marengo | 15067 - Novi Ligure (AL) | Telefono +39.0143.744516 | Telefax +39.0143.321556
Codice Fiscale/Partita IVA/Reg. Imprese Alessandria n.: 02021740069 | R.E.A. Alessandria n. 219668 | Capitale Sociale: € 8.498.040,00 interamente versato
posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.

Back To Top