BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

PROGETTAZIONE DI FATTIBILITÀ TECNICA ED ECONOMICA, DEFINITIVA ED ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI, COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA E SERVIZI TECNICI CONNESSI RELATIVI ALL’INTERVENTO DI REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO IN NOVI LIGURE

procedura: aperta art. 60 e art. 157, comma 1 del decreto legislativo n. 50 del 2016
criterio: miglior rapporto qualità/prezzo, articolo 95 commi 3, lettera b) e 6 del decreto legislativo n. 50 del 2016
CUP N. D67H16000650005 - CIG N. 6972246F66
Termine ultimo per il ricevimento delle offerte: 21.03.2017 — Ore 17:00
Modalità di apertura delle offerte:
29.03.2017 — Ore 9:30 Sede Uffici SRT SpA, Strada vecchia per Bosco Marengo s.n., Novi Ligure (AL)
Alle sedute aperte sono ammessi i rappresentanti o i delegati degli offerenti, in numero massimo di 2 per ciascun offerente, con le modalità previste dal disciplinare di gara.


scarica e visiona
la documentazione progettuale completa [https://1drv.ms/u/s!Am5meWxstSfChstcN-7FlhWeK4aYxg]

e i singoli documenti


DOCUMENTAZIONE

Bando di Gara

Contratto Compostaggio

Determinazione dei Corrispettivi

DGUE

Disciplinare

Documento preliminare alla progettazione

Offerta Economica

QUESITI

QUESITO 1:
In riferimento a quanto indicato al punto 1.6.2. "Figure professionali presenti negli Operatori economici", si chiede:

  • se le tre professionalità obbligatorie indicate al punto 2) (Ingegnere, Geologo e Soggetto iscritto nell'elenco ex legge n.818 del 1984 s.m.i. ) debbano necessariamente essere in possesso di tre persone fisiche distinte, o se si possa indicare uno stesso professionista per due professionalità (ad es., ingegnere per le opere impiantistiche iscritto nell'elenco ex legge n.818);
  • se il soggetto abilitato al coordinamento per la sicurezza e salute nei cantieri indicato al punto 3) possa essere un professionista già indicato per le professionalità obbligatorie richieste al punto 2)

RISPOSTA 1:
Come indicato al punto 1.6.2 del Disciplinare di gara:

Note di chiarimento ai requisiti di idoneità professionale di cui al punto 1.6.2.
(condizioni dichiarate alla Parte IV, sezione C, del DGUE)

  1. Un singolo professionista può possedere più d’una delle professionalità richieste, se compatibili con l’ordinamento e ricorrendone le condizioni previste dalla normativa vigente.
  2. I professionisti di cui è richiesta la presenza obbligatoria ai sensi della lettera a), devono avere obbligatoriamente un Rapporto organico con l’offerente, come definito al punto 1.4.2, lettera e); ai fini della individuazione dei professionisti di cui è richiesta la presenza obbligatoria non sono ammessi i collaboratori/consulenti come definiti al punto 1.4.2, lettera f), fatto salvi quanto previsto al numero 3.
  3. In deroga a quanto previsto al numero 2, limitatamente al Geologo, questi può essere un collaboratore/consulente come definito al punto 1.4.2, lettera f), purché titolare di un rapporto contrattuale con l’offerente anche subordinato all’eventuale aggiudicazione.

QUESITO 2:
Alla pag. 26/39 del disciplinare di gara, al paragrafo 6.5.3, secondo paragrafo, si fa riferimento all’offerta relativa all’elemento di riduzione dei termini di esecuzione.
Si chiede cortesemente di chiarire tale richiesta.

RISPOSTA 2:
Trattandosi di un refuso il paragrafo 6.5.3 è modificato come segue:

6.5.3  Valutazione della «Offerta economica»

Senza soluzione di continuità con le operazioni di cui ai punti 6.5.1 e 6.5.2, si procede ad attribuire il punteggio all’offerta di prezzo moltiplicando il coefficiente ottenuto da ciascuna offerta ai sensi del punto 5.2.1 per il peso previsto al punto 4.2.1.


QUESITO 3:
Si richiede se, in caso di RTI, il giovane professionista possa essere un consulente su base annua della mandataria e se, all’interno del modulo DGUE, debba essere indicato tale nominativo ed in quale Parte e Sezione.

RISPOSTA 3:
La presenza di uno o più giovani professionisti nella compagine del concorrente non è obbligatoria, ma costituisce uno degli elementi di valutazione dell’offerta tecnica, come stabilito al punto 5.1.1 lettera a 2.f del Disciplinare di gara. Il “rapporto organico” citato, e meglio definito al punto 1.4.2, lettera e), non è necessariamente con la mandataria, ma può essere costituito anche con una mandante o con il concorrente singolo, qualora non si tratti di raggruppamento, fatta salva, ovviamente, la possibilità che il giovane professionista sia parte egli stesso direttamente del raggruppamento temporaneo.
Nel caso specifico è onere del concorrente, in sede di eventuale verifica dei requisiti, dimostrare che il contratto di consulenza su base annua citato rientri nella definizione di “rapporto organico” prevista dal Disciplinare.
Il nominativo deve essere indicato nella parte IV, sezione C, numero 4, come chiarito anche al punto 9.2.1. del Disciplinare di Gara.


QUESITO 4:
Nel modulo DGUE parte IV sez. C al punto 4) si chiede di indicare i titoli di studio e professionali di cui sono in possesso i componenti della struttura tecnica operativa/ gruppo di lavoro.
SI CHIEDE se, in caso di RTI, ogni componente (sia mandatario che mandante) debba nella propria dichiarazione indicare i soli nominativi dei tecnici della propria struttura operativa o TUTTI i nominativi di tutte le figure professionali richieste dal bando (anche se facenti parte della struttura operativa di altri operativo economici componenti il RTI).

RISPOSTA 4:
Nel modulo DGUE parte IV sez. C al punto 4), in caso di RTI ogni componente (sia mandatario che mandante) deve nella propria dichiarazione indicare i soli nominativi dei tecnici della propria struttura operativa.


QUESITO 5:
Relativamente al modulo DGUE, con riferimento alla tabella dell’APPENDICE 5:
SI CHIEDE se, nell’ultima  riga  "Quota assoluta totale" vadano indicate le percentuali spettanti a ciascun componente del R.T.I.
SI CHIEDE inoltre di meglio definire il significato dell’ultima colonna "TOTALE" e la sua conseguente compilazione

RISPOSTA 5:
Nella casella “Quota assoluta totale” deve essere riportata in ciascuna casella la quota percentuale complessiva delle prestazioni in capo a ciascun operatore economico raggruppato (una colonna per ciascun operatore raggruppato) che deve corrispondere alla somma delle quote percentuali relativa alla singola prestazione riportate nelle caselle soprastanti.
La somma dei valori percentuali riportati in ciascuna casella dell’ultima riga “Quota assoluta totale” deve obbligatoriamente essere il 100% delle prestazioni, come riportato nell’ultima casella in basso a destra.
 
Esempio di compilazione

LOTTO UNICO
Classificaz. Operatori Mandataria Mandante 1 Mandante 2 Mandante 3 Mandante 4 TOTALE
ID Opere (*) raggruppati Studio Bianchi Studio Rossi Studio Verdi     R.T.I.
IB.06 Servizio (**) PF+PD+PE   PF+PD+PE      
Quota (***) 45%   9%     54%
IB.06 Servizio (**)   DL        
  Quota (***)   29%       29%
CSP (art. 91 d.lgs. 81/2008)     4%     4%
CSE (art. 91 d.lgs. 81/2008)   11%       11%
Relazione geologica 1%         1%
Prestazioni accessorie 1%         1%
Quota assoluta totale 47% 40% 13%     100%
(gli operatori in raggruppamento devono presentare ciascuno un proprio DGUE)

QUESITO 6:
Nel caso di Studio Associato composto da n°2 professionisti aventi entrambi il 50% della quota associativa, si considerano entrambi ‘TITOLARI’, oppure è necessario distinguere in ‘TITOLARE’ (il firmatario) e ‘CONTITOLARE’ (l’associato che non firma)?

RISPOSTA 6:
L'istanza di partecipazione, le dichiarazioni relative al concorrente e la documentazione relativa all'offerta devono essere sottoscritte da persona fisica in grado di impegnare il concorrente.
Nel caso particolare se nell’atto costitutivo dello studio associato è prevista la firma congiunta, dovranno firmare entrambi i professionisti. La definizione di TITOLARE (firmatario) e CONTITOLARE (associato che non firma), a tal fine, è irrilevante.
Resta salvo il fatto che le dichiarazioni relative al possesso dei requisiti di ordine generale dovranno, in ogni caso, essere rilasciate da tutti i professionisti associati come precisato al punto 3. CAPO 3, del Disciplinare di gara.


QUESITO 7:
Nell’Offerta Economica, i costi di sicurezza aziendali vanno indicati in percentuale oppure espressi come prezzo in euro?

RISPOSTA 7:
Il Bando non prevede una regola specifica pertanto è a discrezione del concorrente scegliere la modalità con la quale indicare i costi di sicurezza aziendali.


QUESITO 8:
Nel Disciplinare di gara punto 8.2 lettera b) si recita ...
b) a depositare presso la Stazione appaltante:
--- una polizza assicurativa di responsabilità civile professionale, per i danni provocati nell'esercizio dell'attività professionale delle attività di propria competenza, ai sensi dell’articolo 10, comma 4, lettera c-bis), della legge n. 183 del 2011, introdotto dall’articolo 9-bis, comma 1, della legge n. 27 del 2012, dell’articolo 9, comma 4, del decreto-legge n. 1 del 2012, convertito dalla legge n. 27 del 2012, per un massimale garantito non inferiore a euro 1.000.000,00 euro;
--- la garanzia definitiva di cui all’articolo 103, comma 1, del Codice;
--- il mancato deposito può comportare la revoca dell’aggiudicazione e, in ogni caso, preclude la stipula del contratto; ....
si chiedono precisazioni in merito alla “garanzia definitiva” ed in particolare se, vista la richiesta di tale cauzione, ci autorizzate a richiedere alla nostra compagnia di assicurazione il rilascio della cauzione provvisoria.

RISPOSTA 8:
In applicazione dell’articolo 93, comma 10, del Codice, non è richiesta alcuna garanzia provvisoria. (par 3.4.1. del disciplinare).


QUESITO 9:
Si chiede se le seguenti attività
• monitoraggi e le modellazioni acustiche,
• modellazioni odorigene
possano essere indicate  nel DGUE  (Parte II – Sezione D)  come attività SUBAPPALTABILI o se per tali indagini debba già essere presente un professionista all’interno del RTI.
Si chiede inoltre se, anche nel caso tali attività vengano subappaltate, i soggetti individuati per l'espletamento di tali attività possano già essere indicati nell'organigramma.

RISPOSTA 9:
Tra le attività subappaltabili ai  sensi dell’art. 31, comma 8, secondo periodo, del d.lgs. n. 50 del 2016, rientrano i monitoraggi, le modellazioni acustiche e le modellazioni odorigene.
Nel caso in cui tali attività vengano subappaltate, i soggetti individuati per l'espletamento di tali attività possono far parte dell'elenco di cui alla parte IV sez. C punto 4 del DGUE, fatta salva la presenza di diverse condizioni di incompatibilità.


QUESITO 10:
Si richiede la possibilità di sostituire le 10 cartelle della relazione descrittiva dell'intervento di cui all'elemento 1 dell'offerta tecnica con 5 fogli A3.

RISPOSTA 10:
Le 10 cartelle della relazione descrittiva dell’intervento di cui all’elemento 1 della offerta tecnica possono essere sostituiti con 5 fogli A3.


QUESITO 11:
Nell'OGGETTO del modulo OFFERTA ECONOMICA manca la data.
Si chiede se debba essere inserita: LA DATA di SCADENZA DELLA GARA (21/03/17) o LA DATA DELL'APERTURA DELLE OFFERTE? (29/03/17)

RISPOSTA 11:
Va inserita la DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE (29/03/17).


 

SRT spa Società Pubblica per il Recupero e il Trattamento dei Rifiuti
Strada Vecchia per Bosco Marengo | 15067 - Novi Ligure (AL) | Telefono +39.0143.744516 | Telefax +39.0143.321556
Codice Fiscale/Partita IVA/Reg. Imprese Alessandria n.: 02021740069 | R.E.A. Alessandria n. 219668 | Capitale Sociale: € 8.498.040,00 interamente versato
posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.

Back To Top