Funzionamento del Compostaggio di Tortona
Impianto di compostaggio del digestato proveniente dall’impianto di digestione anaerobica di Novi Ligure e del rifiuto da sfalci e potature.

IMPIANTO DI TORTONA

SRT sede Novi Ligure
Novi - Piattaforma
Novi

FASI DI LAVORAZIONE
Il digestato proveniente dall’impianto di Novi Ligure (originato esclusivamente dalla digestione di rifiuti organici da raccolta differenziata) viene scaricato in aree appositamente autorizzate per essere miscelato con lo “strutturante” costituito da rifiuti da potatura triturati.
La miscela così ottenuta è posta all’interno di corsie di maturazione accelerata con insufflazione di aria dal pavimento. La presenza dello strutturante favorisce l’ossigenazione della biomassa, consentendo l’attivazione del processo aerobico di compostaggio, che ha durata di almeno 28 giorni.

Alla fine del processo di maturazione accelerata il materiale viene rimosso dalle corsie e portato nell’area di maturazione secondaria, in cui viene completato il processo di compostaggio che ha durata complessiva di almeno 90 giorni.
Il compost viene quindi vagliato per rimuovere le frazioni legnose di maggiori dimensioni, che vengono riutilizzate come strutturante, e le plastiche residue dovute ai conferimenti effettuati con sacchetti non idonei.

Ogni lotto viene infine sottoposto alle analisi di laboratorio previste dal D.Lgs. 29 aprile 2010, n. 75 “Riordino e revisione della disciplina dei fertilizzanti” ed al completamento del ciclo diviene quindi “ammendante compostato misto”, ossia compost di qualità utilizzabile sia direttamente in agricoltura che per la produzione di terriccio per florovivaismo.

Ogni anno l’impianto produce circa 6.000 tonnellate di compost di qualità.


 

Funzionamento del Digestore Anaerobico di Novi Ligure
Impianto di digestione anaerobica del rifiuto da cucine e mense e da sfalci e potature raccolto in maniera differenziata per la produzione di energia da fonte rinnovabile e compost di qualità.

IMPIANTO DI NOVI LIGURE

SRT sede Novi Ligure
Novi - Piattaforma
Novi
Novi

FASI DI LAVORAZIONE
Come vengono gestiti i rifiuti organici (il cosiddetto “umido” ed il “verde”) dopo la raccolta, negli impianti di SRT?

Se non vengono differenziati, e quindi finiscono nel rifiuto indifferenziato, devono essere trattati mediante un processo di tritovagliatura e stabilizzazione per essere poi smaltiti nelle discariche di Novi Ligure e di Tortona. I rifiuti organici sono quelli con il maggior impatto ambientale potenziale: infatti possono produrre percolato (un potenziale inquinante delle acque), biogas (un gas con elevato effetto serra, se liberato in atmosfera) e cattivo odore. Il processo di stabilizzazione e lo smaltimento in discarica hanno costi elevati, a carico dei contribuenti, e comportano un grande consumo di energia elettrica.

Se vengono differenziati, invece, possono essere trasformati in qualcosa di utile a vantaggio dell’ambiente e contribuiscono a ridurre le tariffe pagate dai cittadini. In che modo?

SRT ha realizzato nel 2012, nel proprio sito di Novi Ligure, un impianto di digestione anaerobica, specificamente progettato per il trattamento dei rifiuti organici da raccolta differenziata.
Il digestore anaerobico è un contenitore in calcestruzzo e acciaio a tenuta stagna nel quale la materia organica viene sottoposta ad un processo di degradazione da parte di diverse specie di batteri presenti in natura.
I rifiuti organici vengono per prima cosa triturati e vagliati, per ridurre le impurità presenti. E’ importante che la raccolta venga effettuata correttamente, con sacchetti biodegradabili, per contenere i costi e lo spreco di materiale di questa fase di pretrattamento.
La miscela ottenuta viene introdotta nel digestore da un sistema automatizzato che lo alimenta 24 ore su 24. Tutte le fasi si svolgono in ambiente chiuso, con sistema di filtrazione dell’aria per evitare l’emissione di cattivi odori.
La materia organica viene “digerita” dai batteri in circa 22 giorni: durante tale processo una parte della materia viene trasformata dai batteri in gas metano, che viene quindi utilizzato per la produzione di energia elettrica. L’energia è al 100% prodotta da fonte rinnovabile (biomasse).
Alla fine della digestione la materia organica, ormai stabilizzata e divenuta “digestato” viene poi sottoposta a processo aerobico (compostaggio) nell’impianto SRT di Tortona per la produzione di ammendanti per uso agronomico (compost).
Tutto il processo è in pratica la riproduzione, in ambiente controllato, di quanto avviene normalmente in natura con la putrefazione delle sostanze organiche (animali e vegetali) e la creazione dell’humus che poi costituisce la parte vitale del terreno.
Ogni anno l’impianto “digerisce” 12.500 tonnellate “rifiuti umidi” e 5.000 tonnellate di “rifiuti verdi” e produce più di 3.000.000 di metri cubi di biogas da cui si ottengono quasi 5.000.000 di kWh di energia elettrica “verde”, pari al consumo medio di 1.800 famiglie. Dalla cessione di questa energia si ricavano oltre 1.200.000 Euro l’anno che contribuiscono a contenere i costi per la gestione dei rifiuti a carico dei cittadini.
Alla fine del processo vengono prodotte circa 6.000 tonnellate di compost di qualità, che viene interamente utilizzato come fertilizzante in agricoltura.


 

— 2018 —

Tipologia rifiuto 2018 2017 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t
Rifiuti solidi urbani indifferenziati (*)(1)
142,09

142,09

10%
Rifiuti da demolizione costruzione e scavi con pezzatura conforme all’utilizzo come infrastrato (2) (2)
3,00 + t.a.

5,07

22%

(1) Comprensivo di tributi ambientali e, per gli indifferenziati, di trattamento meccanico biologico.
(2) Il materiale di pezzatura non idonea all’utilizzo verrà respinto.
(3) Al 31/12/2017 il tributo ambientale è pari a €/t 2,07

(*) Tariffe variabili in base all’andamento quantitativo dei conferimenti – sistema di variazione evidenziato nella seguente tabella.

Scaglioni incremento tariffa Andamento quantitativo (tonn.) Tariffa
risultante
Incremento % Costo
abitante
Produzione 0,766 kg giorno abitante 60.000,00 € 142,09 0,00 € 39,73
riduzione 3% 58.200,00 € 144,77 1,89 € 39,27
riduzione 6% 56.400,00 € 147,62 3,89 € 38,80
riduzione 9% 54.600,00 € 150,66 6,03 € 38,34
riduzione 12% 52.800,00 € 153,91 8,32 € 37,87
riduzione 15% 51.000,00 € 157,38 10,76 € 37,41
riduzione 18% 49.200,00 € 161,11 13,39 € 36,94
riduzione 21% 47.400,00 € 165,13 16,21 € 36,48
riduzione 24% 45.600,00 € 169,46 19,26 € 36,01
riduzione 27% 43.800,00 € 174,14 22,56 € 35,55
riduzione 30% 42.000,00 € 179,23 26,14 € 35,08

L’andamento dei conferimenti di rifiuti indifferenziati sarà rilevato su base trimestrale. Conseguentemente, le variazioni delle tariffe, secondo gli scaglioni sopra riportati, saranno applicate, previa comunicazione da parte della Società di gestione degli impianti, nel trimestre successivo a quello nel quale si è verificata una riduzione di conferimento.

Rifiuti da destinare alle piattaforme di separazione e valorizzazione:

Tipologia rifiuto 2018 2017 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t

Rifiuti ingombranti per le piattaforme di separazione e valorizzazione, anche contenenti rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica (1)(2)

Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche di origine domestica (RAEE) danneggiati o di origine non domestica

Rifiuti provenienti da raccolta multi materiale di imballaggi in plastica, metallo o raccolta monomateriale di carta e cartone o vetro con elevata presenza di frazione estranea

82,00 82,00 10%

Rifiuti ingombranti con elevata percentuale di recupero (3)

50,00 50,00 10%

Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica (4)

0 0 ---

Frazione verde lignocellulosica

35,00 30,00 10%

Frazione verde - lignocellulosica con elevata presenza di sacchetti di plastica o frazione estranea

52,00 52,00 10%

Scarti legnosi da potatura di alberi e arbusti con presenza trascurabile fogliame e privi di sfalci erbosi, utilizzabili come strutturante

0,00 0,00 10%

Carta (raccolta congiunta)

10,00 10,00 10%

Cartone (raccolta selettiva)

9,00 9,00 10%

Vetro

8,50 8,50 10%

Organico da utenze familiari e specializzate

78,00 78,00 10%

Rifiuti provenienti da raccolta multi materiale di imballaggi in plastica, metallo con bassa presenza di frazione estranea

34,00 34,00 10%

Rifiuti urbani pericolosi (medicinali, vernici, solventi)

800,00 800,00 10%

Pile, batterie d’automobile

0 0 ---

Pneumatici assimilati agli urbani conferiti in modo differenziato alle piattaforme di lavorazione

180,00 110,00 10%

Rifiuti ingombranti per le piattaforme di separazione e valorizzazione, con presenza preponderante di materiale non riciclabile

110,00 --- 10%

(1)
I rifiuti conferiti non devono contenere:
• rifiuti pericolosi
• rifiuti liquidi
• rifiuti organici (rifiuti da gestione aree a verde pubblico e privato e scarti alimentari)
• rifiuti edilizi (da demolizione, costruzione e scavi)
• rifiuti allo stato polverulento
• bombole contenenti gas, non bonificate
 
(2) Con i rifiuti ingombranti possono essere conferiti anche i frigoriferi, televisori, computer (RAEE da utenze domestiche). Considerato che la SRT S.p.A. destina frigoriferi, televisori, computer ad un trattamento differenziato, si raccomanda di non sottoporre gli stessi a demolizione, frantumazione e danneggiamento, poiché il trattamento deve avvenire sul RAEE il più integri possibile.
(3) Percentuale di recupero superiore al 65% e modalità di conferimento stabilite con Delibera del Consiglio di Amministrazione del 9.7.2008.
(4) Suddivisione RAEE in raggruppamenti di cui al D.M. n: 185 del 25 settembre 2007:

 
SIGLA DESCRIZIONE CERT Dom.
R1
R2
R3
R4
R5
- Freddo e clima
- Altri grandi bianchi
- TV e monitor
- Altro – IT, Comsumer electronic ics, PED, etc. ...
- Sorgenti luminose
20.01.23*
20.01.36
20.01.35*
20.01.36
20.01.21*

Per i materiali che vengono conferiti in strutture esterne ad SRT il costo potrà essere soggetto a rideterminazione in corso d'anno in caso di significative variazioni dei costi determinati dagli impianti di ricevimento.
Le tariffe potranno essere rideterminate anche in caso di variazioni normative che influiscano in modo significativo sui costi di gestione.

– 2018 —

Tipologia rifiuto 2018 2017 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t
Rifiuti speciali indifferenziati non pericolosi (1)
137,00 + t.a. (4)

142,17

22%
Rifiuti non pericolosi prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti provenienti da impianti di recupero, privi di sostanza organica putrescibile e sottoposti a triturazione (3) 98,00 + t.a. (4) 22%
Rifiuti da demolizione costruzione e scavi - con pezzatura conforme all’utilizzo come infrastrato – conferimenti fino a 500 t/anno (1) (2) 4,00 + t.a. (5) 6,07
22%
Rifiuti da demolizione costruzione e scavi - con pezzatura conforme all’utilizzo come infrastrato – conferimenti oltre i 500 t/anno (1) (2) e fino a 1.000 t/anno
8,00 + t.a. (5) 10,07 22%
Rifiuti da demolizione costruzione e scavi - con pezzatura conforme all’utilizzo come infrastrato – conferimenti oltre 1.000 t/anno (1) (2) In base all'andamento del mercato In base all'andamento del mercato

(1) Comprensivo di tributi ambientali
(2) Il materiale di pezzatura non idonea verrà respinto.
(3) I conferimenti saranno autorizzati per lotti, con quantitativi massimi prestabiliti in base alla disponibilità impiantistica ed ad i vincoli di fatturato imposti dalla normativa sulle società “in house”
(4) Al 31/12/2017 il tributo ambientale è pari a €/t 5,17
(5) Al 31/12/2017 il tributo ambientale è pari a €/t 2,07


Rifiuti da destinare alle piattaforme di separazione e valorizzazione:

 
Tipologia rifiuto 2018 2017 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t
Rifiuti ingombranti per le piattaforme
di separazione e valorizzazione (2)

86,00

86,00

22%
Rifiuti speciali non pericolosi conferiti in modo differenziato alle piattaforme di lavorazione
110,00

110,00

22%
Pneumatici fuori uso 180,00 110,00 22%
Rifiuti contenenti mercurio diversi
dai RAEE di origine domestica

1,80 €/Kg.

1,80 €/Kg.

22%
Rifiuti pericolosi da utenze agricole varie 1,10 €/Kg. 1,10 €/Kg. 22%
RAEE di origine domestica(1) 0 €/Kg. 0 €/Kg. ---
RAEE di origine non domestica(1) 0,55 €/Kg. 0,55 €/Kg. 22%
Frazione secca da utenze produttive,
commerciali, artigianali e di servizio(2)
80,00 80,00
22%
Frazione verde - lignocellulosi compostabili – manufatti in legno 40,00 40,00 22%
Scarti legnosi da potatura di alberi e arbusti con presenza trascurabile fogliame e privi di sfalci erbosi, utilizzabili come strutturante(3)

Da 0,00
a 35,00

0,00

22%

Carta e cartone 8,00 8,00 22%
Contenitori in plastica per liquidi 42,00 42,00 22%
Vetro 9,50 9,50 22%
Organico 90,00 90,00 22%
Medicinali, pile e toner 800,00 800,00 22%
Rottami metallici 0,00 0,00 22%

(1)
I RAEE devono essere conferiti integri e suddivisi in raggruppamenti di cui al D.M. n. 185 del 25 settembre 2007.
 
(2) I rifiuti conferiti non devono contenere:
• rifiuti pericolosi
• rifiuti liquidi
• rifiuti organici (rifiuti da gestione aree a verde pubblico e privato e scarti alimentari)
• rifiuti edilizi (da demolizione, costruzione e scavi)
• rifiuti allo stato polverulento

(3) La tariffa sarà determinata entro l’intervallo previsto in base alla stagionalità ed alla disponibilità di stoccaggio, con preavviso di 7 giorni ai convenzionati.
 
Per i materiali che vengono conferiti in strutture esterne ad SRT il costo potrà essere soggetto a rideterminazione in corso d'anno in caso di significative variazioni dei costi determinati dagli impianti di ricevimento.
Le tariffe potranno essere rideterminate anche in caso di variazioni normative che influiscano in modo significativo sui costi di gestione.

A seguito delle recenti disposizioni regionali che hanno rideterminato la misura del tributo speciale per il deposito in discarica, per l’anno 2017, le tariffe relative al conferimento dei rifiuti inerti provenienti da attività di costruzioni, demolizioni e scavi, già approvate dall’Assemblea dei Soci nella seduta del 21/12/2016, sono rideterminate come segue.

Tipologia rifiuto 2017 2016 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t
Rifiuti solidi urbani indifferenziati (*)(1)
142,09

142,09

10%
Rifiuti da demolizione costruzione e scavi con pezzatura conforme all’utilizzo come infrastrato (1) (2)
5,07

5,07

22%

(1) Comprensivo di tributi ambientali e, per gli indifferenziati, di trattamento meccanico biologico.
(2) l materiale di pezzatura non idonea all’utilizzo verrà respinto.
(*) Tariffe variabili in base all’andamento quantitativo dei conferimenti – sistema di variazione evidenziato nella seguente tabella.

Scaglioni incremento tariffa Andamento quantitativo (tonn.) Tariffa
risultante
Incremento % Costo
abitante
Produzione 0,766 kg giorno abitante 60.000,00 € 142,09 0,00 € 39,73
riduzione 3% 58.200,00 € 144,77 1,89 € 39,27
riduzione 6% 56.400,00 € 147,62 3,89 € 38,80
riduzione 9% 54.600,00 € 150,66 6,03 € 38,34
riduzione 12% 52.800,00 € 153,91 8,32 € 37,87
riduzione 15% 51.000,00 € 157,38 10,76 € 37,41
riduzione 18% 49.200,00 € 161,11 13,39 € 36,94
riduzione 21% 47.400,00 € 165,13 16,21 € 36,48
riduzione 24% 45.600,00 € 169,46 19,26 € 36,01
riduzione 27% 43.800,00 € 174,14 22,56 € 35,55
riduzione 30% 42.000,00 € 179,23 26,14 € 35,08

L’andamento dei conferimenti di rifiuti indifferenziati sarà rilevato su base trimestrale. Conseguentemente, le variazioni delle tariffe, secondo gli scaglioni sopra riportati, saranno applicate, previa comunicazione da parte della Società di gestione degli impianti, nel trimestre successivo a quello nel quale si è verificata una riduzione di conferimento.

Rifiuti da destinare alle piattaforme di separazione e valorizzazione:

Tipologia rifiuto 2017 2016 + I.V.A.
Costo di conferimento
€/t
Costo di conferimento
€/t

Rifiuti ingombranti per le piattaforme di separazione e valorizzazione, anche contenenti rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica (1)(2)

Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche di origine domestica (RAEE) danneggiati o di origine non domestica

Rifiuti provenienti da raccolta multi materiale di imballaggi in plastica, metallo o raccolta monomateriale di carta e cartone o vetro con elevata presenza di frazione estranea

82,00 82,00 10%

Rifiuti ingombranti con elevata percentuale di recupero (3)

50,00 50,00 10%

Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica (4)

0 0 ---

Frazione verde lignocellulosica

30,00 30,00 10%

Frazione verde - lignocellulosica con elevata presenza di sacchetti di plastica o frazione estranea

52,00 52,00 10%

Scarti legnosi da potatura di alberi e arbusti con presenza trascurabile fogliame e privi di sfalci erbosi, utilizzabili come strutturante

0,00 4,00 10%

Carta (raccolta congiunta)

10,00 10,00 10%

Cartone (raccolta selettiva)

9,00 9,00 10%

Vetro

8,50 8,50 10%

Organico da utenze familiari e specializzate

78,00 79,00 10%

Rifiuti provenienti da raccolta multi materiale di imballaggi in plastica, metallo con bassa presenza di frazione estranea

34,00 34,00 10%

Rifiuti urbani pericolosi (medicinali, vernici, solventi)

800,00 800,00 10%

Pile, batterie d’automobile

0 0 ---

Pneumatici assimilati agli urbani conferiti in modo differenziato alle piattaforme di lavorazione

110,00 110,00 10%

(1)
I rifiuti conferiti non devono contenere:
• rifiuti pericolosi
• rifiuti liquidi
• rifiuti organici (rifiuti da gestione aree a verde pubblico e privato e scarti alimentari)
• rifiuti edilizi (da demolizione, costruzione e scavi)
• rifiuti allo stato polverulento
 
(2) Con i rifiuti ingombranti possono essere conferiti anche i frigoriferi, televisori, computer (RAEE da utenze domestiche). Considerato che la SRT S.p.A. destina frigoriferi, televisori, computer ad un trattamento differenziato, si raccomanda di non sottoporre gli stessi a demolizione, frantumazione e danneggiamento, poiché il trattamento deve avvenire sul RAEE il più integri possibile.
(3) Percentuale di recupero superiore al 65% e modalità di conferimento stabilite con Delibera del Consiglio di Amministrazione del 9.7.2008.
(4) Suddivisione RAEE in raggruppamenti di cui al D.M. n: 185 del 25 settembre 2007:

 
SIGLA DESCRIZIONE CERT Dom.
R1
R2
R3
R4
R5
- Freddo e clima
- Altri grandi bianchi
- TV e monitor
- Altro – IT, Comsumer electronic ics, PED, etc. ...
- Sorgenti luminose
20.01.23*
20.01.36
20.01.35*
20.01.36
20.01.21*

Per i materiali che vengono conferiti in strutture esterne ad SRT il costo potrà essere soggetto a rideterminazione in corso d'anno in caso di significative variazioni dei costi determinati dagli impianti di ricevimento.
Le tariffe potranno essere rideterminate anche in caso di variazioni normative che influiscano in modo significativo sui costi di gestione.

SRT spa Società Pubblica per il Recupero e il Trattamento dei Rifiuti
Strada Vecchia per Bosco Marengo | 15067 - Novi Ligure (AL) | Telefono +39.0143.744516 | Telefax +39.0143.321556
Codice Fiscale/Partita IVA/Reg. Imprese Alessandria n.: 02021740069 | R.E.A. Alessandria n. 219668 | Capitale Sociale: € 8.498.040,00 interamente versato
posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.

Back To Top